GAIA REALINI E’ 7^ AL CAMPIONATO EUROPEO CICLOCROSS

di Federica Severi
 
La giornata di Silvelle è stata magica per i colori della Vallerbike, infatti per la prima volta nella sua storia una sua atleta ha centrato una top ten ad un campionato continentale, anzi, a dirla tutta due sue atlete; perché se Gaia Realini è arrivata 7a, Francesca Baroni, atleta Vallerbike in prestito al GS Guerciotti per la stagione di ciclocross, è giunta 6a; e sono state le prime due italiane. La gara si prospettava molto impegnativa perché nei giorni precedenti erano cadute piogge abbondanti che avevano reso il percorso quasi impraticabile a causa della gran quantità di fango presente, ciò quindi faceva sì che ci dovessero essere lunghi tratti da fare a piedi con la bici in spalla. Sin dalla partenza l’olandese Del Carmen Alvarado e la britannica Kay, che poi sono arrivate rispettivamente prima e seconda, hanno imposto un ritmo molto alto che ha frazionato le atlete e proprio Gaia e Francesca si sono trovate a battagliare per tutta la gara per la sesta posizione, nel giro finale l’ha spuntata Francesca che è riuscita a guadagnare 8 secondi di vantaggio su Gaia, arrivata appunto settima; sul terzo gradino del podio è salita la francese Norbert Riberolle. Una Gaia radiosa ha commentato “per me è stata una grande emozione gareggiare il mio secondo campionato europeo tra le under 23 proprio in Italia- l’anno scorso aveva gareggiato nella categoria u23 pur essendo una junior, ed era arrivata 18esima- sicuramente il calore e il tifo della gente ha contribuito a darmi la carica. Sono molto soddisfatta della mia prestazione perché io prediligo percorsi con maggiori dislivelli e meno tratti da fare a piedi, quindi non mi aspettavo di riuscire a cogliere addirittura un settimo posto con altlete più grandi ed esperte; inoltre sono stata la prima classe 2001 a tagliare il traguardo e questo mi dà un po’ di morale in più.” Da segnalare anche la buona prestazione della terza atleta Vallerbike selezionata per la spedizione azzurra (su 3 ragazze che fanno ciclocross), la junior Carlotta Borello, per il ciclocross in prestito al GS Cicli Fiorin, che è arrivata 18esima ed è stata la terza italiana, anche per lei c’è soddisfazione in quanto era la prima esperienza internazionale e soprattutto con un tracciato fangoso del genere.
 
 
 
 

Gaia Realini (Team Vallerbike) va alla Coppa del Mondo Ciclocross di Berna

Di Federica Severi (uff. stampa Team Vallerbike) - 19.10.2019

C'è grande soddisfazione in casa Vallerbike perché dopo due ottime prestazioni al giro d'Italia ciclocross (due 3 posti assoluti) arriva la convocazione in azzurro per Gaia Realini. Più precisamente Gaia prenderà parte, insieme alla Nazionale italiana alla prova di Coppa del Mondo di ciclocross di Berna, in Svizzera, domenica 20 ottobre. La soddisfazione è doppia perché la porta colori giallo blu è stata convocata per partecipare alla prova Under 23 insieme alla campionessa italiana Casasola e all'altra atleta Vallerbike, Francesca Baroni, in prestito al GS Guerciotti per il ciclocross. Nonostante Gaia abbia appena effettuato il passaggio nella nuova categoria, si è dimostrata, insieme proprio alle altre due ragazze, una delle atlete più in forma del momento, infatti le 3 hanno dominato le prime due tappe del Giro d'Italia risolvendo la loro battaglia soltanto allo sprint. Per Gaia è la seconda partecipazione in Coppa del Mondo, la prima era stata lo scorso anno proprio a Berna, dove aveva partecipato come junior alla gara under 23.

Gaia Realini, sesta a Sarteano (SI), è la campionessa regionale donne juniores

di Federica Severi

Un abruzzese in maglia di campionessa toscana: Gaia Realini vince il campionato regionale nella gara di Sarteano (SI). Si è trattata di una competizione molto impegnativa, che si svolgeva su un percorso molto selettivo, infatti su 72 km di gara erano ben 1100 i metri di dislivello previsti, che si snodavano nella campagna senese, in una gara praticamente in linea.

Dopo 700 metri iniziava la prima salita e già qui Gaia è andata all’attacco, si è inserita infatti nel primo tentativo di giornata, composto da 8 atlete, una volta che le battistrada sono state riprese si è formato un gruppo di circa 30 atlete al comando, con all’interno Gaia e Carlotta Borello.

Sul GPM di Celle sul Rigo, la terza salita di giornata, Gaia è andata nuovamente all’attacco; continuando, poi il tentativo di fuga insieme ad un’altra atleta, ma senza successo. Dopo le varie salite e tratti vallonati il gruppo di testa, molto ridotto rispetto a quello di partenza, si è presentato sostanzialmente compatto all’ultima ascesa di giornata, quella di 5 km di Sarteano, che conduceva all’arrivo. Nonostante la ‘selezione’ che ha provocato, l’arrivo si è risolto in uno sprint a ranghi compatti, in quanto l’ultimo chilometro era quasi pianeggiante, qui Gaia ha colto un buon 6 posto, che le è valso il titolo regionale toscano.

Ottima anche la prestazione di Carlotta che, alla seconda gara stagionale nella sua categoria, è arrivata 13esima, aiutando la compagna di squadra lungo tutto il corso della prova.

Ylenia Fiscarelli è 6ª tra le junior a Bolzano

foto uff. stampa Vallerbike

di Federica Severi

Dopo le gare junior di Breganze ed Osimo, dove le ragazze si erano ben comportate essendo presenti nei vari tentativi di fuga e provandoci in prima persona, si torna alle gare Open, con la partecipazione al "Trofeo Hotel Fiera" di Bolzano. A causa di lavori sul percorso, c'è stata una variazione al classico circuito e quindi le tornate sono diventate di 3.3 da ripetersi 25 volte, per un totale di 82 km.
Le ragazze della Vallerbike sono state attive lanciandosi in numerosi tentativi di fuga e; nelle ultime tornate è però evaso un gruppo di 4 atlete, formato da 3 élite e una junior, che si è andato a giocare la vittoria. Nello sprint del gruppo, che è giunto ad una manciata di secondi di distacco, una brillante Ylenia Fiscarelli ha colto l'11esima piazza assoluta e la 6ª tra le junior. Finalmente per lei un buon piazzamento che la ripaga di tutte le energie che spende per aiutare la squadra in ogni momento.
A premi anche Federica Severi, 14esima élite, che ha cercato di aiutare la compagna nel finale. Da segnalare la caduta, senza importanti conseguenze, per Martina Severi e una serie di problemi fisici per Giulia Manenti che le hanno costrette al ritiro.
Il prossimo appuntamento sarà per la squadra junior a Scorzè (VE) il 2 Giugno pv.

Il Giro di Campania in Rosa 2019

Di Federica Severi (Team Vallerbike-Cicli Taddei) 

Andato in archivio anche il "Giro di Campania in Rosa", alla rassegna campana hanno preso parte le élite Matilde Foggi e Federica Severi, e le junior Gaia Realini, Ilenia Benatti, Ylenia Fiscarelli, Giulia Manenti e Martina Severi. Ancora assente per problemi fisici, Francesca Baroni che lo scorso anno aveva conquistato la maglia ciclamino relativa alla classifica dei traguardi volanti. 
La prima tappa, di venerdì 3 Maggio, prevedeva un crono prologo di 3,3 km all'interno del campus dell'Università di Salerno nel quale le ragazze hanno ben figurato pur non essendo specialiste.
La seconda tappa Maddaloni-Maddaloni invece, si svolgeva su un percorso duro caratterizzato da salite e strappi, con discese tecniche; erano previsti 3 GPM e 1 traguardo volante. La gara si è svolta per la prima parte sotto una pioggia battente, che ha reso le strade ancora più viscide e pericolose, a farne le spese infatti, sono state tantissime ragazze cadute in momenti diversi della gara tra cui le nostre Federica e Martina. Le uniche che hanno resistito al percorso sono state Gaia Realini e Ylenia Fiscarelli; dopo una durissima gara Gaia è arrivata nel secondo gruppo più numeroso, in 16esima posizione tra le donne junior mentre Ylenia ha tagliato il traguardo un po' più attardata, in 35esima posizione.
La terza ed ultima tappa era la classica "Coppa Caivano" completamente piatta per velociste, anche qui un'ottima Fiscarelli ha sfiorato la top ten classificandosi 11esima junior e 23esima assoluta, all'arrivo anche Gaia 27esima e Giulia 29esima junior, oltre a Federica, 32esima élite.
È stata una rassegna un po' sfortunata a causa delle cadute, delle forature e dei numerosi problemi e danni meccanici in cui le nostre atlete sono incorse, si tratta comunque di un'esperienza costruttiva, soprattutto per le junior di primo anno che per la prima volta hanno partecipato ad una gara a tappe.

ASD Vallerbike (Toscana)

foto Ciclomarche

di Federica Severi

L' A.S.D. Vallerbike è una squadra che è nata 20 anni fa, inizialmente si dedicava al settore mtb che poi è stato affiancato alla strada maschile con esordienti e allievi, tra i ragazzi che hanno vestito questa casacca ci sono i professionisti Kristian Sbaragli e Alberto Bettiol, ultimo vincitore del giro delle Fiandre. Solo negli ultimi 4 anni la società ha deciso di investire nel femminile con una squadra juniores ed élite, che è portata avanti parallelamente alla mtb, infatti la 'Vallerbike Elray Damil' è uno dei pochi team UCI mtb italiani. La Vallerbike cerca di dare l'opportunità di gareggiare a ragazze motivate e appassionate, anche se provenienti dalle più disparate zone d'Italia, infatti le componenti dell'organico 2019 sono le lombarde Benatti Ilenia e Bianchi Rebecca, la piemontese Borello Carlotta, la marchigiana Fiscarelli Ylenia, le sorelle umbre Federica e Martina Severi, l'abruzzese Gaia Realini e infine, le toscane Foggi Matilde, Manenti Giulia e Baroni Francesca. Oltre a loro ci sono anche due 'bikers' provenienti dalla liguria Federica Piana e Alessia Verrando. I direttori sportivi sono Michelangelo Dorangricchia, per la strada, e Stefano Burgassi, per la mtb, due tra i fondatori della società, che dedicano i loro fine settimana, a portare gli atleti in giro per l'Italia per pura passione.